Casa Laugier

Il progetto nasce secondo il concetto di “primitivismo”, particolarmente noto negli scritti dell’abate gesuita Marc-Antoine Laugier che, seguendo una tradizione vitruviana, collocava la nascita dell’architettura in un archetipo di “capanna primitiva”, rappresentata dai quattro muri perimetrali ed un tetto a capanna.

Di qui, operando tagli, suddivisioni, sottrazioni parziali e totali della copertura, da questo elemento primitivo, si è arrivati a comporre il progetto finale, con traslazioni e rotazioni dei volumi.

Questo è evidente nel corpo della zona giorno, infatti si è partiti da un unico volume, tagliato poi in due parti, e infine semplicemente ruotate di 90° una rispetto all’altra, ottenendo così una nuova composizione.

Comments are closed.